I migliori viaggi in giornata da Kanazawa

Anche se è tranquillamente possibile trascorrere tutta la vacanza a Kanazawa senza mai esaurire le cose da fare e da vedere, la nostra città è la base perfetta per altre destinazioni imperdibili nella regione di Chubu (o Hokuriku). La zona è ricca di storia e cultura tradizionale, preservate per le generazioni future proprio come accade a Kanazawa. Si tratta di mete perfette per una gita in giornata o per un soggiorno di una notte partendo da Kanazawa, e molte sono comodamente raggiungibili dalla città con appositi autobus. Ecco alcuni dei posti più interessanti da visitare durante il vostro prossimo viaggio a Kanazawa.

I migliori viaggi in giornata da Kanazawa

Shirakawa-go

Shirakawa-go è un villaggio della regione montuosa della prefettura di Gifu. Le sue abitazioni rappresentano uno dei migliori esempi giapponesi di gassho-zukuri, ovvero case con tetti di paglia spioventi, che proteggono gli abitanti dalle abbondanti nevicate durante i lunghi inverni.

Scelto dall’UNESCO come Patrimonio dell'Umanità che conserva l'architettura e la cultura tradizionale dei villaggi montani del Giappone centrale, Shirakawa-go è spesso già sulla lista dei posti da visitare di chi viaggia nel Paese. Grazie ai molti tour che partono da Kanazawa, si tratta di una delle destinazioni più comode da aggiungere al vostro itinerario come gita di un giorno. Il villaggio ospita diversi musei, e vi consigliamo di non perdere l'escursione fino all'osservatorio del castello di Ogi-Machi, sulla collina a nord, dal quale ammirare una vista panoramica dell'intero villaggio. Nelle sere d'inverno, quando la città è illuminata e coperta di neve fresca, il paesaggio è a dir poco incantevole.

Arrivare a Shirakawa-go da Kanazawa non potrebbe essere più semplice. Un autobus di linea parte dall’East Gate Bus Terminal di Kanazawa e arriva direttamente al terminal degli autobus di Shirakawa-go in circa 1 ora e 15 minuti, viceversa al ritorno.

Gokayama

Questo insieme di villaggi situati nella città di Nanto, nella prefettura di Toyama, condivide con Shirakawa-go lo stesso stile architettonico e la stessa nomina di Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO (per quanto riguarda i villaggi di Ainokura e Suganuma). Sebbene di dimensioni più ridotte, molti visitatori preferiscono Gokayama a Shirakawa-go per l’atmosfera più intima e il minor affollamento.

Circondati dalla natura incontaminata delle montagne, si possono ammirare panorami sempre diversi e da cartolina in qualsiasi periodo dell'anno. Il paesaggio invernale del villaggio di Ainokura ricoperto di neve candida è sicuramente iconico, ma l’autunno, quando le montagne esplodono nei colori infuocati del foliage, riserva sorprese altrettanto suggestive. In primavera, strati di nebbia pervadono talvolta le verdi pendici delle montagne, creando un'atmosfera misteriosa e tranquilla. Sono due i villaggi principali ad attrarre i visitatori: Ainokura e Suganuma. La conservazione delle arti e dei mestieri tradizionali è un obiettivo vitale di Gokayama, perciò i turisti possono provare con mano varie esperienze,, dalla preparazione dei soba alla manifattura della carta washi, all'apprendimento di canti e danze popolari locali.

Ci sono varie opzioni per andare da Kanazawa a Gokayama (villaggi di Ainokura e Suganuma) in autobus o in treno, impiegando tra 1 e 2 ore. Alcuni autobus richiedono una prenotazione anticipata. Per informazioni e consigli in inglese sul modo migliore per raggiungere Gokayama, rivolgetevi al Centro di Informazioni Turistiche all’interno della stazione di Kanazawa.

Takayama

Immersa in una valle tra le montagne della prefettura di Gifu, Takayama ha una storia affascinante come città-castello, spesso isolata dalle altre città a causa delle rigide condizioni climatiche invernali. Per questo motivo, ha una cultura atipica anche rispetto a città relativamente vicine, come Kanazawa. 

Takayama è famosa per il suo festival che si tiene due volte all'anno, in primavera e in autunno, e che è considerato uno dei tre festival più belli del Giappone. Durante i due giorni dell’evento, grandi carri allegorici decorati sfilano per le strade in un'atmosfera festosa. Chi visita Takayama solitamente non manca di assaggiare la specialità regionale del manzo di Hida, un tipo di wagyu dall’elevata marmorizzazione, proveniente da bovini allevati nella prefettura di Gifu. Tra le attrazioni della cittadina, il bellissimo Parco di Shiroyama è un luogo incantevole per ammirare le bellezze naturali nelle diverse stagioni. Con la sua storia ricca e variegata, Takayama conta molti quartieri ben conservati e antichi templi che la rendono una città senza età. Le strade del quartiere storico di Sanmachi sono fiancheggiate da edifici che resistono da secoli e molte delle attività commerciali sono attive fin dal periodo Edo.

Ci sono due linee di autobus che collegano Kanazawa a Takayama, impiegando circa 2 ore e 15 minuti a tratta. Gli autobus richiedono una prenotazione anticipata; per ricevere assistenza in inglese, recatevi al Centro di Informazioni Turistiche all’interno della stazione  di Kanazawa.

La Penisola di Noto

Noto è una penisola a nord di Kanazawa, che si estende per circa 100 chilometri nel Mar del Giappone. Con le sue ampie coste frastagliate, Noto è famosa per i numerosi villaggi tradizionali di pescatori e per i paesaggi costieri che vi lasceranno senza fiato. L’entroterra accoglie una fiorente industria agricola, da cui ha origine la straordinaria cucina locale. La stessa Noto ospita numerosi ristoranti giapponesi e italiani che utilizzano carne di manzo e di maiale di Noto, cibi gourmet assolutamente da non perdere durante la visita alla penisola.

Agli amanti della vita all'aria aperta consigliamo un giro in bicicletta intorno alla baia di Nanao, lungo un percorso di 40 chilometri che offre splendidi scorci naturali impreziositi dal blu intenso dell'oceano, e occasionali avvistamenti di animali selvatici come i delfini che nuotano e giocano nella baia. O magari preferite pedalare tra le campagne, da dove è possibile ammirare uno dei panorami simbolo della penisola: le risaie terrazzate di Shiroyone Senmaida, verdi o dorate a seconda del periodo dell'anno, che si stagliano sullo sfondo del mare azzurro.

La penisola è nota anche per la produzione secolare di prodotti artigianali e tradizionali, come la lacca e il sale marino. Facendo visita alla fattoria Okunoto Salt Farm Village si può  assistere alla tradizione quasi cinquecentenaria della raccolta del sale a partire dall'acqua di mare, nonché partecipare a un workshop di due ore sulla produzione del sale, portando a casa i frutti del proprio lavoro (è necessaria la prenotazione). Un’altra meta popolare è Wajima, con il suo vivace mercato mattutino affollato di bancarelle che vendono prodotti alimentari e artigianato locale. In estate, godetevi le vivaci esibizioni di tamburi tradizionali gojinjo taiko, proposte giornalmente sul palco all'esterno del Wajima Kiriko Art Museum.

Se vi viene voglia di una scappatella alle terme, Wakura Onsen è la meta perfetta della penisola per gli amanti delle sorgenti calde, e ospita strutture e hotel di fascia media e alta, da intime locande ryokan a grandi hotel moderni. Che la vostra idea di relax siano il servizio impeccabile e i sontuosi pasti in stile kaiseki di un ryokan tradizionale, o la vista sull’oceano di un elegante hotel moderno, Wakura Onsen ha la sistemazione che fa per voi. A chi viaggia in giornata consigliamo il bagno pubblico Soyu, una struttura grande e moderna che utilizza acqua termale pura e non diluita per ottenere i massimi benefici terapeutici.

Poiché questa regione si fonda sull'agricoltura, a Noto avrete anche l’opportunità unica di soggiornare in un agriturismo per sperimentare la vita rurale giapponese. Molti agricoltori della zona scelgono di offrire ai visitatori un assaggio della calorosa ospitalità locale, offrendo sistemazioni per ogni necessità: dai viaggiatori solitari ai gruppi più numerosi, o alle famiglie. È sicuramente un’ottima opportunità per imparare qualcosa sulla vita in fattoria, anche se molti trovano l’esperienza in agriturismo semplicemente un'occasione per rilassarsi, interagire con la gente del posto ed esplorare i dettagli che rendono la Penisola di Noto un luogo così speciale. 

A seconda della destinazione finale, il viaggio tra Kanazawa e le località più frequentate della Penisola di Noto può richiedere da 50 minuti a 2 ore di treno espresso o autobus. Per ricevere assistenza in inglese, consultate il personale del Centro di Informazioni Turistiche all’interno della stazione  di Kanazawa.

Recommend

Ti potrebbe anche interessare

Attrazioni invernali a Kanazawa
Attrazioni invernali a Kanazawa
more
Guida a Kanazawa
Guida a Kanazawa
more
Cosa fare a Kanazawa dopo il tramonto
Cosa fare a Kanazawa dopo il tramonto
more
Le 8 attrazioni imperdibili per chi visita Kanazawa la prima volta
Le 8 attrazioni imperdibili per chi visita Kanazawa la prima volta
more
Guida alla fioritura dei ciliegi a Kanazawa
Guida alla fioritura dei ciliegi a Kanazawa
more
To Top