The Legacy of the Samurai

The Legacy of the Samurai

Il giardino Kenrokuen

Uno dei tre giardini più belli del Giappone

Kenrokuen è uno stupendo giardino giapponese coprendo una superficie di 11,4 ettari situati nelle cime del centro di Kanazawa, vicino al castello. La famiglia Maeda, che ha governato il clan di Kaga (le prefetture attuale di Toyama e Ishikawa) nel periodo feudale, ha mantenuto il giardino di generazione in generazione. A causa della sua grandezza e bellezza, è considerato essere uno dei giardini più belli del Giappone.

Il giardino Kenrokuen comprende un gran lago artificiale, colline e diverse villette da dove i visitatori hanno l’opportunità di apprezzare diverse viste panoramiche del insieme. Il lago, chiamato « Kasumigaike » rappresenta l’oceano. Sull’isola nel centro, si diceva che aveva vissuto un eremita immortale con poteri miracolosi. Ecco perché ha simbolizzato la speranza di una vita lunga e di una prosperità eterna per i signori Maeda. Il nome Kenrokuen, che significa « giardino dei sei attributi », gli è stato dato perché si può trovare qui le sei cattareristiche che, secondo il poeta cinese Li Gefei, definiscono un giardino perfetto : spazio, tranquillità, artificio, antichità, corsi d’acqua e panorami.

Adagiata in riva al laghetto, una lanterna di pietra disegnata in la forma della harpa giapponese (il koto), è diventata il simbolo del giardino. Una fontana sorgendo con la pressione naturale dell’acqua dal laghetto è un altro famoso attrativa del luogo.

I visitatori hanno l’opportunità di godere della bellezza dei fiori e alberi quali prugni e fiori di ciliegia nella primavera, azalea e iris nei primi dell’estate, e i colori rossi e gialli delle foglie Autunnali. Inoltre, i visitatori apprezzeranno il spettacolo sorprendente del paesaggio coperto di neve e delle « yukitsuri » invernali : corde legate ai rami degli alberi in forma conica, per evitare che si spezzino sotto il peso della neve che sono installate ogni anno dal 1 di Novembre.

Il giardino Kenrokuen
5 minuti

La villa Seisonkaku (bene culturale importante del Giappone)

Seisonkaku è una villa che il tredicesimo signore Maeda fece costruire per sua madre, all’interno del giardino Kenrokuen nel anno 1863. Un’ampia varietà di belle tecniche furono utilizzate per le colonne interne e le pareti della villa. Queste tecniche comprendono un pannello di legno con intagli traforati di fiori e uccelli e un soffitto a cassettoni nella camera di ospite chiamata "Ekken-no-ma." Da questi, i visitatori possono conoscere lo statuto della famiglia Maeda. Inoltre, Seisonkaku presenta articoli con una storia lunga e distinta, come splendidi mobili e bambole per “Hinamatsuri”, la festa tradizionale delle bambine.

La villa Seisonkaku (bene culturale importante del Giappone)
3 minuti

Il Museo Nazionale dell’Artigianato

Un tuffo nell’artigianato kogei

Il Museo Nazionale dell'Artigianato è l'unico museo nazionale specializzato nell'artigianato, nonché il primo museo nazionale situato sul Mar del Giappone, e non c'è da stupirsi che si trovi proprio a Kanazawa. Kanazawa infatti ha una lunga storia di sostegno alle arti che risale a oltre 400 anni fa, quando la famiglia regnante dei Maeda offriva il proprio patrocinio alle arti e alla cultura. Da allora, la città ha prosperato come centro nevralgico del kogei, l’artigianato tradizionale giapponese. Kanazawa è conosciuta come la "Città dell'Artigianato". Nel 2009, infatti, l'UNESCO ha designato Kanazawa come città dell'artigianato e dell'arte popolare nell'ambito del progetto Città Creative, portando al trasferimento del museo da Tokyo nel 2020.

Situato in due edifici storici dell'epoca Meiji (1868-1912), un tempo utilizzati dall'esercito e restaurati con gli esterni originali, il Museo Nazionale dell'Artigianato custodisce più di 1.900 opere d'arte e di artigianato provenienti principalmente dal XX secolo e ospita i migliori esempi di artigianato tradizionale giapponese della nazione, tra cui molti pezzi creati dai Tesori Nazionali Viventi, titolo concesso in Giappone ad alcuni maestri artigiani di una specifica arte o mestiere tradizionale. Il Museo Nazionale dell'Artigianato si trova vicino al giardino Kenrokuen, in un'area che ospita diversi altri musei di Kanazawa.

Il Museo Nazionale dell’Artigianato
4 minuti

Il museo memorial Nakamura

La famiglia Nakamura, che ebbe diretto una fabbrica di sake in Kanazawa, ha trasferito e modificato la sua residenza qui, in fine di mostrare la sua collezione al pubblico. Più tardi, il museo è stato donato alla città di Kanazawa. Specializzato in notevoli articoli per la cerimonia del tè giapponese, il museo anche espone opere calligrafiche, dipinti, lacche e ceramiche. Diverse camere sono utilizzate per la ceremonia del tè.

Il museo memorial Nakamura
2 minuti

Il Museo D.T. Suzuki

Nato a Kanazawa, Suzuki Daisetsu, meglio conosciuto con lo pseudonimo di D.T. Suzuki, era un filosofo buddista di fama internazionale. Situato vicino al suo luogo di nascita, questo museo è constato di una anticamera d’ingresso, una sala espositiva e uno spazio di meditazione, collegati da un corridoio e tre giardini. Non solo dedicato alla contemplazione degli oggetti legati alla vita e all'opera di Suzuki Daisetsu, questo museo di un design molto originale invita i suoi visitatori a prendere il pensiero dell'autore dalla pratica della meditazione.

Il Museo D.T. Suzuki
20 minuti

L’area di templi di tera-machi

Uno dei tre quartieri di temple di Kanazawa

La famiglia Maeda, che ha governato il feudo di Kaga (le attuale prefetture di Toyama e Ishikawa) nel period Edo, ha raccolto edifici religiosi in tre zone nel stesso tempo chef furono fondati il castello e la città. Approssimativamente 70 comparativamente grandi templi sono situati vicini nell’area di Tera-machi, adagiati in fila lungo a la via principale. Le loro tegole nere, così come i mura di fango e gli alti alberi nelle cinte creano un’atmosfera adatta al luogo (Tera-machi significa città di templi). Nei vicoli, dove si trovano più piccoli templi, si può godere di una passeggiata tranquile.

L’area di templi di tera-machi
1 minuti

Il tempio Myoryuji (il tempio ninja)

Il tempio Myoryuji fu stato costruito come un luogo di preghiera per il feudo di Kaga, poco dopo che il suo fondatore, il Signore Toshiie Maeda, si installò nel castello di Kanazawa. Più tardi, in vista di un’aggressione improvvisa dal governo centrale (il shogunato Tokugawa), il clan Maeda considerava i templi di Tera-machi come un scudo. Poi, aggiunse numerose altre funzioni al tempio Myoryuji, in modo da servire come forte e posto di guardia. In contromisura di un’invazione del nemico, il tempio è stato attrezzato di diversi dispositivi e meccanismi difensivi. Ecco perché il tempio è spesso soprannominato « il tempio ninja ».

Il tempio Myoryuji (il tempio ninja)
2 minuti

Il quartiere Nishi Chaya

Uno dei tre quartieri di chaya di Kanazawa

Il quartiere di Nishi Chaya è uno dei tre quartieri di geisha di Kanazawa, situato a 500 metri dal ponte Saigawa-Ohashi nel centro della città. Le chaya sono case di tè, luoghi tradizionali di trattenimento nel periodo Edo. Qui si può ammirare numerose case di tè a due piani lungo la strada principale. Al crepuscolo, forse sentirà attraverso il suono dello shamisen (uno strumento a tre cordi) l’atmosfera particolare dei quartieri di chaya in Kanazawa. Il museo Nishi Chaya Shiryokan di Kanazawa è un edificio riproducendo l’interiore delle chaya dell’epoca in cui si può vedere una stanza degli ospiti tipica.

Il quartiere Nishi Chaya
  • Il giardino Kenrokuen
  • La villa Seisonkaku (bene culturale importante del Giappone)
  • Il Museo Nazionale dell’Artigianato
  • Il museo memorial Nakamura
  • Il Museo D.T. Suzuki
  • L’area di templi di tera-machi
  • Il tempio Myoryuji (il tempio ninja)
  • Il quartiere Nishi Chaya

Recommend

To Top